STABILIMENTO AERONAUTICO CAPRONI

La Caproni fu un’industria aeronautica italiana fondata nel 1910 da Giovanni Battista Caproni.

 

La fabbrica di Predappio fu costruita dove c’era un opificio realizzato dalla ditta Zolfi di Milano per la lavorazione dello zolfo estratto in loco.

L’attività estrattiva era poco concorrenziale e quindi la fabbrica divenne prima un laboratorio di ebanisteria (Ebanisteria Castelli) e successivamente, anche sfruttando l’esperienza della mano d’opera esistente (molte parti degli aerei erano in legno, all’epoca), divenne stabilimento dell’Aeronautica Caproni.

 

I lavori per la realizzazione della fabbrica iniziarono nel 1933 e finirono nel 1941.

 

Nella fabbrica venivano costruite le parti in legno e metallo delle fusoliere e delle ali, poi trasportate all’aeroporto Ridolfi di Forlì dove avveniva l’assemblaggio finale degli aerei e il loro collaudo.

Le attività produttive erano così distribuite:

- Piano terra: meccanica, collaudo materiali, controllo, forgie, torneria

- Primo piano: saldatura elettrica, lattonieri, sabbiatura

- Secondo piano: segheria, verniciatura

- Terzo piano: intelaiaggio, falegnameria

Buona Visione.